Premiata la maestria di Vincenzo Florio Ambasciatore del Gusto Doc Italy

 

Premiata la maestria di Vincenzo Florio Ambasciatore del Gusto Doc Italy

 

Print

Molfetta, 11/02/2020


Le pizze d’autore di Vincenzo Florio premiate a Roma durante l’edizione 2020 di “Excellence Pugliesi”

Premiata la maestria di Vincenzo Florio, Ambasciatore del Gusto Doc Italy e noto rappresentante dell’associazione “Azione Contro la Fame”.

Venerdì 31 gennaio, a Roma, nella sala stampa di Montecitorio, Vincenzo Florio, originario di Toritto, ma ormai molfettese d’adozione, ha ritirato un importante riconoscimento durante la seconda edizione dell'evento “Excellence Pugliesi 2020” presenziato dall’on. Nissoli Fucsia Fitzgerald, ideato dall'Associazione Oll Muvi, ai più conosciuti come I Love Molfetta, con la condivisione della CIM (Confederazione Italiani nel Mondo) e dell'Associazione Puglia Top Quality.

Classe 1978, il pizzaiolo molfettese è ambasciatore e tecnico di Selezione Casillo e negli anni ha saputo esprimere la sua passione per la pizza che lo ha portato a girare prima l’Italia e poi il resto del mondo, riuscendo a tenere altro il valore della Puglia. Questo è uno dei motivi che hanno permesso a Florio di ritirare il premio alla Camera dei Deputati, mettendo in risalto quella che è la sua “mission”: portare le tipicità pugliesi in tutto il mondo attraverso la pizza.

Le sue, infatti, sono definite pizze d’autore, così come espresso dal suo progetto portato in Svezia, Malta, Costa Rica, Colombia, Spagna e Taiwan e consistente nel creare, con le pizze, vere e proprie opere d’arte, utilizzando farine di qualità e tecniche di cottura all’avanguardia.



Recentemente, a Molfetta, ha aperto una delle sedi di International Pizza Academy, dove si impara l’antica arte della pizza. Si tratta di un’idea nata nel 2016 durante un’esperienza di lavoro in Costa Rica e oggi portata in più parti del mondo, con l’obiettivo di farla sbarcare in questo 2020 anche in Vietnam.

Innovativa è anche la sua concezione di produrre pizze: “Combo” è il suo ultimo progetto, che si avvale dell’aiuto dei programmatori della Neaologic di Bari e permette, attraverso un’app, di combinare le pizze a proprio piacimento e, ovviamente, farle arrivare direttamente a casa.

«La mia è una famiglia di contadini – ha commentato Vincenzo Florio mentre ritirava il suo premio a Roma – ed è per questo che mi sento custode di un’antica tradizione, fatta di materie prime e sapori, tramandata da mio nonno sino a me. Ho iniziato a fare le pizze che avevo 12 anni e quest’anno sono 30 anni che metto tutta la mia passione in quello che definisco non soltanto un lavoro. Ho viaggiato per l’Italia e per il Mondo, apprendendo tecniche e conoscendo nuovi sapori. Queste conoscenze non potevo tenerle solo per me, dovevo insegnarle ad altri. Da qui l’esigenza di fare formazione e aprire accademie internazionali di pizza».

E' possibile organizzare una serata di degustazione presso la sede di Molfetta: "COMBO" in Via Madonna dei Martiri 112, obbligo la prenotazione.

fonte la Gazzetta del Mezzogiorno - Ed. Bari
scritto dal giornalista molfettese Matteo Diamante

 

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link alla news.

 

 

 




28/09/2020

Un must della cucina pugliese: riso, patate e cozze

Un must della cucina pugliese: riso, patate e cozze

27/09/2020

Scrivere a luceevita@diocesimolfetta.it

Scrivere a luceevita@diocesimolfetta.it

Video

Un pizzico di Puglia: riso, patate e cozze, la tiella barese

Un pizzico di Puglia: riso, patate e cozze, la tiella barese

Foto

Un Pizzico di Puglia in USA

Un Pizzico di Puglia in USA