Un poesia in dialetto molfettese dedicata al pizzarello

 

Un poesia in dialetto molfettese dedicata al pizzarello

 

Print

Molfetta, 16/04/2022


Non solo processioni a Molfetta durante la Settimana Santa, quest'anno dopo due anni di pandemia le statue percorrono le strade della città, con devozione e tradizioni che si articolano in diversi momenti celebrativi, tra questi troviamo il famoso panino molfettese chiamato: "pizzarello".

L'Associazione Oll Muvi, affermata nel mondo con il brand I Love Molfetta, condividiamo con voi la poesia in dialetto molfettese del nostro amico Corrado Spadavecchia, uno dei più esperti della lingua "dialetto molfettese", che ha scritto anche un testo sul pizzarello molfettese, dedicato in particolare agli emigrati molfettesi sparsi nel mondo.

Qui di seguito la sua poesia in vernacolo molfettese: "il pizzarello", ricordiamo che "il nostro dialetto" è un valore da tramandare e mai dimenticare.


U “pezzarìedde”

U Venerdàie de la SemmÍn a SÍnde
U Ímme da tenè sèmbre Í mmènde.
Sì u vècchie, sì u giòvene e ssì u uÍgnengìedde
òene da mÍngià afforze u “pezzarìedde”!

A Mlefètte, chèssí a tradeziòene
StÍ dÍ mmÍní a Barbòene
StÍ ci u ènghie assolÍmènde cu tunne,
adacchessì indí a la vènde vÍ subete ò funne.
StÍ ci nzìeme ò tunne mètte rí alaisce,
preccè sape chiù Ímòere, stÍ chiù nghelàisce.

Cu tunne, alaisce e chiapparine sí u mÍnge u veziàuse,
cissenòene nèn sciuvele. Chèssí è la scàuse!
“ munne dí ůesce, u tunne che re pÍne
se mÍnge trè o quatte volte a la semmÍne.

MÍ u Ímòere de la Grazie de Ddàie,
stÍ indí a cure du SÍnde Venerdàie.
Nèn zacce nì preccè e nnì còemí è,
mÍ u fatte alla drètte, cussí è!

U “pezzarìedde” ca se mÍnge chèrí a dàie
nè u abbatte nesciàune. Stàteme a sendàie!


TRADUZIONE: Il “pizzarello”

Il Venerdì della Settimana Santa,
è da considerarsi memorabile.
Sia líanziano, sia il giovane e sia il ragazzino
devono mangiare immancabilmente il “pizzarello”.

A Molfetta, questa tradizione
è presente da tempo immemore.
Cíè chi lo farcisce soltanto con il tonno,
così va subito nello stomaco.

Cíè chi oltre al tonno mette le alici,
perchè più saporito, cíè più gusto.
Il vizioso lo mangia con tonno, alice e capperi,
se no non viene digerito. Questa è la scusa!
Di questi tempi, il tonno con il pane
si degusta tre o quattro volte la settimana.

Ma il sapore della Grazia di Dio,
è in quello del Venerdì Santo.
non so nè perchè e nè per come,
Ma il fatto vero, è questo!

Il “pizzarello” che si mangia quel giorno
non ha rivali. Mi dovete ascoltare.


#weareinmolfetta #pizzarellomolfettese #ilovemolfetta #tiportoinpuglia #ILM #tradizionimolfettesi #emigrantimolfettesi #settimanasantamolfettese2022 #associazioneollmuvi #pugliesinelmondo #dialettomolfettese #apinchofpuglia

 

Riproduzione riservata. La riproduzione Ť concessa solo citando la fonte con link alla news.

 

 

 




30/06/2022

A Molfetta si celebra il Santo Patrono: San Corrado

A Molfetta si celebra il Santo Patrono: San Corrado

29/06/2022

A Molfetta il concerto: raccolta fondi per la Lega del Filo d ' Oro

A Molfetta il concerto:  raccolta fondi per la Lega del Filo d ' Oro

Video

Dipingi la Puglia: Exposition Painting Puglia

Dipingi la Puglia: Exposition Painting Puglia

Foto

Excellence Pugliesi 2022 - ROMA

Excellence Pugliesi 2022 - ROMA